Post Image
27/08/2019

Dal de senectute di Cicerone


Non ho nulla per cui debba accusare la vecchiaia (Giorgio da Lentini)

Sal.: Per opera mia, Quinto Fabio, hai riconquistato Taranto
Cat.: Certo, se tu non l’avessi perduta, non l’avrei riconquistata

Di ciò che abbiamo, di questo solo è lecito fare uso, e qualunque cosa fai, falla secondo le tue forze.

Io per me preferirei essere vecchio il meno possibile, anziché essere vecchio prima di esserlo. Per questo, finora, chiunque ha voluto incontrarmi, mi ha trovato a sua disposizione.

Gli acciacchi della vecchiaia si devono compensare con le cure.

Un giorno dopo l’altro, l’uomo non si accorge di invecchiare.

Lo spirito solo con se stesso, vive per proprio conto.
Se invece riceve qualcosa come un nutrimento dell’intelletto e delle scienze nulla vi è più piacevole di una tranquilla vecchiaia.

L’apice della vecchiaia è l’autorevolezza.